Poesia visiva, la lotta continua

luc1frontsulla stradafierens

Bello. Sapere che l’arte insegue l’arte. Comunica e se ne frega del tempo e dello spazio. Premessa per raccontare di come questo piccolo blog possa stimolare anche cose così… Un messaggio dal Belgio, di due giorni fa: “Grazie per l’informazione, sono poeta visivo Belga”.  E’ il breve commento allegato a un  vecchio post del marzo scorso: “Belli stranieri”. Tra i lotti in asta ce ne erano alcuni riguardanti importanti nomi della Poesia Visiva.  Poco valutati, ma molto, molto molto importanti per la storia dell’arte contemporanea. Bene, Luc Fierens è uno di loro. Fluxus terzo millennio. Classe 1961, importanti mostre, ma soprattutto  la voglia di assemblare immagini e frasi per poi, magare, spedirle in giro per il mondo (Mail art). E questo Luc lo faceva prima dei tempi di Facebook e Twitter, perchè Fierens, come ogni poeta visivo, sa benissimo che la comunicazione dell’idea è il vero oggetto-soggetto  che si fa anche strumento. Non lo è il pc o il tablet o lo smtphone. E’ l’uomo e l’artista che crea idee e vuole comunicarle in forma diretta o sublimata. Non la macchina.  Ecco perchè è bello sapere che la lotta continua. Per capirlo di più:

http://lucfierens.tumblr.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...