Riccardo e Carla, il mistero è nei segni

licataaccardi

 

Carla Accardi e Riccardo Licata. Ora potranno svelarsi cosa nascondevano i loro segni. Se ne sono andati in questo tardo inverno 2014. Lei a Roma, lui a  Venezia. Chi li ha seguiti, nei loro ultimi respiri, avrà capito e saputo cosa si portavano appresso? Carla Accardi ha iniziato dagli anni Cinquanta a indagare il rapporto tra il segno e il colore, fino a utilizzare supporti, come il sicofoil che rendono ancora più potente questa dialettica.  Riccardo Licata negli anni cinquanta si pone il problema di non fare della sua ricerca nell’arte informale una questione di maniera. Lo spunto originale lo trova in un alfabeto dove l’archetipo è l’albero-totem, una forma che , come la “forchetta” di Capogrossi,  trasforma la ripetitività di un gesto in un progetto di pittura declinando  attorno ad esso colori e struttura dell’opera. Ma nessuno sa esattamente cosa sono quei segni se non Carla e Riccardo. Adesso, liberi dalle forme del corpo, di una vita fatta di successi, ma anche di ansie e problemi, potranno riflettere senza angoscia perchè li hanno dipinti.

Riporto in alto due opere in asta alla Meetingart sabato prossimo. Faccio pubblicità? Forse. Ma se un artista dipinge è perchè qualcuno prima o poi si gusti il suo mistero. O ci provi almeno.

Un pensiero riguardo “Riccardo e Carla, il mistero è nei segni

  1. Vite straordinarie, per quanto riguarda il Maestro Riccardo con un’approccio all’arte ed alla vita delicato e soffice come la Sua Venezia avvolta dalla nebbia.
    Un unico rimpianto. Che il più Grande di tutti se ne sia andato presto e non abbia potuto proseguire il Suo lavoro di Immenso Artista, Antonio Sanfilippo. Ma forse è meglio così, i più Grandi hanno avuto intuizioni e straordinarie idee in 6/10 anni di attività, poi se ne sono andati, non avendo la possibilità di vivere nella ripetizione delle Loro primarie idee, per noi forse è meglio cosi’. Grazie a Piero Manzoni, Paolo Scheggi, Tancredi, Pascali, Gnoli, e chiunque in poco tempo ha lasciato un sigillo indelebile nelle ns. anime.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...