Il regno del fuoco

AUBERTIN

Les performances Brulées, 2010
combustioni su poster di performance cm. 105×70

Il fuoco è un colore. Il fuoco è energia che scolpisce. Scrive Yves Klein che lo trasformò in mezzo e fine dell’arte: “Fuoco e calore sono esplicativi in una grande varietà di contesti, perchè contengono memorie stabili degli eventi personali e decisivi di cui tutti abbiamo fatto esperienza. Il fuoco è sia personale sia universale. È nei nostri cuori; è in una candela. Sorge dalle profondità della materia, si nasconde, latente, controllato come l’odio o la pazienza. Di tutti gli elementi è l’unico che incarna in maniera evidente due opposti valori: il bene e il male. Splende nel paradiso e arde nell’inferno. Può contraddire se stesso e pertanto è uno dei principi universali”.  Bernard Aubertin, artista fracese (o tedesco se si guarda all’adozione artistica nel Gruppo Zero di Dusseldorf)  è uno degli ultimi eredi di questo Regno del fuoco. Bernard usa la fiamma come la spatola o lo scalpello o il bulino. Ma lo strumento si fa colore che manipola la materia che intacca. E’ principio creatore e universale. Non è distruzione, ma trasformazione: l’artista lo evoca, prova a controllarlo, poi si arrende e si fa complice a ciò che ha forgiato insieme ad esso.

In asta giovedì 19 febbraio l’opera in foto (fiamme su 500 Blu Klein) e domenica mattina dalle 10, sempre alla Meetingart, asta mostra con opere di Bernard Sputafuoco Aubertin.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...