#Bet, #figurativo 2.0

012015002331

 C’è anche Goldrake, in asta domenica 29 febbraio alla Meeting art a partire dalle 10. Asta mostra, dedicata a un giovane artista veneto, Tommaso Bet. Un goldrake davvero poco nippon, poco superflat (il bidimensionale di Murakami), poco manga. Piuttosto molto Bacon, cavaliere oscuro. Percorso da materiche inquietudini espressioniste. Carico, bello. Vero. Dipinto da Bet. Tommaso Bet, giovane leone dell’arte veneta. C’era Vedova, c’era Guidi, c’erano Morandis e De Luigi. C’era il gruppo Enne. C’è, eccome se c’è,  Alberto Biasi. E c’è Tommaso Bet. Figurativo 2.0. Effimero, iconoclasta, baconiano del terzo millennio. Nuova generazione di artisti in grado di mediare tra la cultura underground e tradizioni pittoriche, tra classicismi e tecnicismi da contaminazioni mediatiche. Qualcosa di nuovo che non rinnega l’antico, semmai lo deforma. Chi  segue Tommaso Bet  e lo studia è una garanzia di critica e serietà: Giovanni Granzotto, lo studio Gr. Granzotto che ha contribuito in modo decisivo  a collocare importanti aree dell’arte cinetica e programmata (Gruppo N, Grav) nella storia dell’arte contemporanea. Ma Granzotto è il punto di riferimento critico anche per altri esponenti di primo livelo del mondo artistico veneto (Morandis, Licata, De Luigi). Insomma se Granzotto guarda a Tommaso Bet, non è  questione marginale… Tommaso Bet, of course.

012015002333

Diplomato presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia nel 2008, opera nell’ambito della pittura, scultura, dell’incisione e dell’installazione polimaterica. Terminati gli studi, approfondisce la sua ricerca artistica trasferendosi prima a Zurigo e successivamente a Londra, dove stabilisce importanti contatti. Dal 2005 partecipa ad una fitta serie di esposizioni e manifestazioni artistiche, tra cui spiccano: “Da Venezia ad Horgen”, Spazio Arte Esposito, Zurigo; “Von Venedig nach Zurich”, Keller Galerie, Zurigo; “Babylon”, Quartiere Fieristico, Pordenone; “Per conoscere Tommaso Bet”, Galleria Comunale, Cappella Maggiore (TV); “Tommaso Bet, Distopie”, Casina Giustiniani, Parco di Villa Borghese, Roma, “Tommaso Bet una nuova pittura per l’altra realtà”, Museo Nazionale della Slovenia.

Domenica 28 dalle 10 asta mostra Meeting Art con diretta tv (canale 825 Sky).

Con Base d’asta in studio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...