Casa Cuoghi (io ci passo…)

10830535_872657069458689_1458484494489752710_o Monolocale, 18 (la lettera), 2015, acquerello e china su carta, cm 21×30 11082460_873568672700862_1936112234937198174_o Bilocale 3, (Spring time) ,2015, acquerello acrilico su carta, cm 50 x70 .

Vanni Cuoghi, m’intriga. E’ un realista surreale o un surrealista esistenziale. E’, di certo, il più narrativo degli artisti che incrocio con lo sguardo (non sono tanti, ma non sono pochi…). Vanni Cuoghi.  Lo spio. Ogni tanto passo dalla sua pagina Fb,  qui ho trovato questi suoi nuovi lavori, diorami esistenziali. Gli ho mandato un messaggio, mi ha risposto come fanno gli artisti che non se la tirano (quelli veri…).  Scrive dunque il Vanni: <Sto facendo una serie di lavori per una mostra che si inaugura il 14 maggio presso la galleria Area B via Marco d’Oggiono 10 a Milano e si intitolerà ” Monolocali: tutte le mattine del mondo“>. Di seguito il resto della storia che mi ha inviato il Vanni…

Ho vissuto, per diversi anni, in case molto piccole. Come studente abitavo ,a metà degli anni 80, in un monolocale in Viale Monza a Milano. Bisognava ottimizzare tutto, non ci si poteva permettere di essere disordinati e, quando si invitavano a pranzo sei amici, l’ambiente assomigliava allo stadio di Modena durante il concerto degli U2 nel 1987. In un monolocale la realtà si amplifica (paradossalmente) e ogni oggetto, azione, odore, rumore assume una consistenza maggiore. Ci si interroga sempre su che cosa faccia realmente il vicino e lo si immagina mentre compie azioni assurde o efferatel mío ,ad esempio, suppongo che giochi con delle biglie di vetro che, immancabilmente gli cadono dal tavolo. Ho immaginato così dei Monolocali che diventano dei piccoli teatri , dove va in scena una realtà che assume connotazioni metafisiche e surreali. Lo spazio è attraversato, invaso, sconvolto da qualcosa di indefinito che rappresenta l’enigma narrativo e potrebbe essere soltanto un rumore o un odore. Il cibo, in particolare, ha in se una connotazione straordinaria: il sapore, il profumo, la sapidità o la dolcezza di un ingrediente o di un piatto, sono in grado di farci compiere viaggi nella memoria , verso mete perdute , vacanze da sogno o luoghi ameni della nostra infanzia o giovinezza. Ho pensato, ad esempio, a che consistenza potesse avere il racconto del sapore dell’astice del Maine fattomi dai coniugi Lora Lamia o alla prima volta che sentii il profumo del basilico di Prà appena colto e pestato in un mortaio o alla scoperta della salsa Barbecue…Così, in questo “à rebours” del tutto personale, ho ricostruito, a memoria, la cucina dei miei negli anni sessanta, la cantina di via Thaon di Revel, il monolocale di Viale Monza ecc. Ho immaginato che tutti gli ambienti fossero dei Monolocali, affinché le storie raccontate acquisissero un’epica degna di essere narrata”

——————————————————-

vanni NOTE BIOGRAFICHE. Nato a Genova nel 1966 vive e lavora a Milano. Si diploma in Decorazione Pittorica presso l’ Istituto Statale d’ Arte di Chiavari (Ge) e in Scenografia presso l’Accademia di Belle Arti di Brera , Milano. Tra il 1989 e il 1992 lavora per alcune riviste italiane come illustratore e frequenta l’Accademia Disney. Fino al 2002 decora e affresca interni ed esterni di chiese e palazzi nobiliari reinterpretando gli stilemi della grande decorazione barocca. Tra le varie mostre pubbliche si ricordano : nel 2004 Allarmi a cura di Norma Mangione, Ivan Quaroni, Alessandro Trabucco, Irina Zucca Alessandrelli presso la Caserma De Cristoforis a Como, Sirene a cura di Alessandro Trabucco, presso il Museo Galata del Mare a Genova. Nel 2006 viene invitato da Maurizio Sciaccaluga ad Ars in Fabula presso il Palazzo Pretorio di Certaldo (Fi). E’ finalista del Premio Celeste al Museo Marino Marini di Firenze. L’anno successivo è finalista del Premio Cairo ,al Palazzo della Permanente di Milano e del Premio Fabbri alla Fondazione del Monte di Bologna. Partecipa alla mostra Arte Italiana 1968-2007 Pittura a cura di Vittorio Sgarbi e viene inserito da Ivan Quaroni nel libro Laboratorio Italia edito da Johan & Levi. Un suo dipinto viene scelto come logo per rappresentare le manifestazioni estive del Comune di Milano. Nel 2008 affresca l’intera facciata della Chiesa di Santa Caterina da Genova con le storie della vita della Santa, partecipa alla quarta edizione di Allarmi a Como. Espone a Frieze Art Fair a Londra. E’ presente alla Biennale di San Pietroburgo (Russia) nella sezione curata da Enzo Fornaro ed espone in Cina nella mostra Pechino 2008- Artathlos a cura di Piero Addis presso l’Haidian Exibition Center . A Shangai espone nella mostra collettiva Maestri di Brera presso il Liu Haisu Museum. Partecipa nel 2009 con il gruppo Italian Newbrow a cura di Ivan Quaroni alla quarta Biennale di Praga (Repubblica Ceca) e alla Biennale Giovani nel Serrone della Villa Reale di Monza. Il comune di Como sceglie delle immagini dei suoi lavori per pubblicizzare la manifestazione ES-CO.  Nel 2010 è invitato da Mimmo Di Marzio alla mostra Ex Novo presso la sede della Banca Akros a Milano e un suo dipinto viene stampato su un’edizione limitata di borse prodotte da Henry Cotton’s in occasione della Vogue Fashion’s Night Out. Partecipa alla mostra Attention! Border Crossing presso il Museo d’Arte Contemporanea di Permm (Russia). E’ inserito nel 2011 nel libro scritto da Ivan Quaroni Italian Newbrow pubblicato da Giancarlo Politi Editore, espone inoltre nella mostra Nuovo Profilo Italiano, presso lo stand della galleria Area B a Scope Art Fair di NewYork. E’ tra I finalisti del Premio Maretti al museo Pecci di Prato. In occasione del Salone del Mobile, presso la galleria Bianconi di Milano, presenta dodici piatti in maiolica decorati presso la bottega Gatti di Faenza. Un progetto a quattro mani che vede l’intervento dello chef Davide Oldani. Partecipa alla 54 Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia presso il Padiglione Italia alle Corderie dell’Arsenale invitato da Matteo Ramon Arevalos a cura di Vittorio Sgarbi. Nella chiesa di San Pietro in Atrio e in Pinacoteca a Como tiene la mostra pubblica Novus Malleus Maleficarum. Sempre in Pinacoteca , nel febbraio 2012 , espone con tutto il gruppo Italian Newbrow, in una mostra curata da Ivan Quaroni. Realizza otto grandi tavole per la nave da crociera Costa Fascinosa e un servizio di sedici piatti da parata in maiolica in collaborazione con la bottega Gatti di Faenza. E’ invitato da Luca Beatrice a partecipare alla mostra Popism 63 edizione del Premio Michetti a Francavilla Al Mare. A luglio partecipa con il gruppo Italian Newbrow ad una mostra pubblica al Fortino di Forte Dei Marmi curata da Ivan Quaroni, che lo invita a partecipare alla Biennale Italia – Cina alla Villa Reale di Monza. A novembre partecipa alla mostra Homo Faber al Castello Sforzesco di Milano invitato da Mimmo Di Marzio. Nel 2013 è inserito da Claudio Borghi Aquilini nel libro “Investire in Arte” edito da Sperling & Kupfer. A settembre inaugura una mostra personale nei Musei Civici di Crema dal titolo Aion curata da Ivan Quaroni. Per il compositore e musicista Matteo Ramon Arevalos realizza cinquanta figurine di cavalieri che insceneranno “La Folia” : azione – concerto che si tiene al Teatro San Domenico di Crema. Viene nominato “Ambassador” dell’azienda Silhouette e progetta una montatura di occhiali. Collabora con l’agenzia Blink di cui realizza il logo. Back to Saxemberg Island è il titolo della mostra personale che tiene da Antonio Colombo a Milano a cura di Arianna Baldoni.Costa Crociere, nel 2014, gli affida l’incarico di dipingere sei grandi pannelli e sei dipinti su tela, da cui verranno tratte delle riproduzioni, per le camere degli ospiti della  nave Costa Diadema.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...