Il caso Mambor/2

(riassunto puntate precedenti):Maurizio, che segue queso blog chiede supporto alle sue riflessioni artistiche e collezionistiche su Renato Mambor: come inquadrare la sua ricerca artistica? Fu Pop Art, fu mix di concettuale e Arte Povera? Ma ancora: Mambor, a quale categoria di artisti appartiene? A quelli da collezionare perchè possono piacere perchè hanno cose da dirti  o a quelli che possono piacere perchè il mercato ti chiede di farlo. Non ho risposte, per ora. Raccolgo indizi.

IMG_9497

Questa locandina di mostra, dalla mia piccola raccolta di locandine di mostre, è quella che Renato Mambor diffuse nel  giugno 1969, per la sua mostra alla galleria La Bertesca di Genova dal titolo “Studio sul tramonto del sole”. La Bertesca era e resta la galleria cult dell’Arte Povera, quella dove si realizzò nel 1967 la prima mostra di questo flusso artistico come testimonia il video che segue (cliccare sull’immagine):

index

 Di certo Mambor quando espone a Genova si è incamminato su nuovi percorsi rispetto a quelli originari tipici della Scuola presunta di Piazza del Popolo, come si legge in questo testo critico sul sito del Ministero dei beni culturali relativi a una mostra di grafiche dell’artista. <Quando le analisi sulla superficie pittorica stanno per esaurirsi, Mambor ne prende le distanze, per evitare di essere soggettivamente coinvolto a livello di impasto materico. Nel corso degli anni 1967-1970 convive la risposta analitica alla crisi, attraverso il rinnovamento essenziale della conoscenza stessa (Studio sul tramonto del sole e Filtro, nn. 26-30); con lo sconfinamento dell’esperienza e dell’azione artistica nella socialità (Rulli, nn. 31-33): “L’arte è dentro la vita. Basta modificare il nostro sguardo. Perchè ciò avvenga è necessario cambiare pensiero”>.

Dunque, Mambor ragiona sul livello comunicativo del fare arte: si pone problemi che saranno centrali negli anni settanta, ma che hanno ancora una forte dose di contemporaneità. Mambor non era più, da qui in poi, Pop Art o lo era in forma evoluta? (2.continua)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...