806/Tutti da Chef Daniel

 

Succede così. Man Ray va a Dusseldorf da Spoerri, nel suo ristorante (l’incontro avvenne realmente nel 1958) e per non essere scortese si presenta con un suo cadeau. Gli era certo  noto che chef Daniel non lasciasse intatta la natura degli oggetti (peraltro nemmeno il buon Man che ha piazzato dei chiodi sotto la piastra). Inevitabile che il ferro sia riempito di farcia varia e messo in forno. I chiodi? Forse erano il contorno. Mentre si attendeva la comanda, l’ottimo Arman suonava brani di John Cage con i suoi violini. Naturalmente non è andata così. Ma un ferro da stiro è finito comunque in un forno. Perchè Spoerri è un grande chef. E un immenso artista. Un mago, un manipolatore, uno scultore della realtà. Ed io questo ferro proverò a aggiudicarmelo (è il primo e unico outing su un’asta di tutto il 2016). Il ferro cotto sarà servito il 12 marzo nell’asta 806 di Meetin Art. (e ci sono pure i violini di Arman).

012015016084
78 DANIEL SPOERRI Galati 27/03/1930 Ferro da stiro cotto, 1970-72 tecnica mista e ferro da stiro applicato su legno, entro teca in plexiglass cm. 26x32x32, firma ed anno sotto la piastra, realizzata presso la Eat Art Galerie, Restaurant Spoerri (Dusseldorf), dichiarazione d’autenticità e timbro dell’artista su foto. base d’asta: 2.000 € stima: 4.000/5.000 €

—-

012015015594
76 ARMAN Nizza 1928 – New York 22/10/2005 Violini scultura in bronzo brunito altezza cm. 34, esemplare 6/100 firma alla base. base d’asta: 2.000 € stima: 4.000/5.000 €

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...