Brexit and music

Mercoledì 9 giugno asta 2.382 di Meeting Art. Fuori caldo, estate, esami che finiscono e altri che iniziano: come si può fare l’Europa senza gli europei? Arturo Ciacelli è  splendida figura di artista, classico esempio di come certi grandi non se li fila nessuno (scusate la gergalità, ma ci vuole) perchè c’è chi decide a priori chi deve starci  chi no. Ciacelli è stato tra i primi futuristi (nel 1905 partecipò a Roma con cinque dipinti al primo “Salone dei rifiutati”  con Balla, Boccioni, Severini) , ha percorso l’Europa che faceva scuola nel campo dell’arte (certo, Parigi compresa). Negli anni Quaranta è a Vienna dove insegna arte e dove butta sulla carta questo schizzo. Un quartetto mentre sta per scoppiare la tragedia. Lui, artista europeo (senza confini) che sta per vivere la frantumazione violenta della convivenza. Come sul Titanic, oggi come ieri, un po’ di musica ti ricorda chi dovremmo essere…

012016005396
9 ARTURO CIACELLI Arnara (FR) 28/05/1883 – Venezia 28/07/1966 Quartetto, 1940 carboncino su carta applicata su cartone cm 30×42,5, firma e titolo in basso a sinistra, località (Vienna) ed anno in basso a destra, etichetta della Galleria Annunciata (MI) al retro, opera priva di cornice.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...