Sonata per occhi e orchestra

012017002910
408 GIUSEPPE CHIARI Firenze 26/09/1926 – Firenze 10/05/2007 Liszt tecnica mista e collage su cartone telato 50×70 cm, firma in basso a destra, etichetta della Galleria DZ Nuovo Segno al retro, dichiarazione d’autenticità dell’artista su foto.

Il Fluxus è una corrente trasversale di folli artisti che si illudevano di convincere i mortali che l’arte non ha i confini che gli attribuisce il buon senso dei mercanti e dei collezionisti. A quel punto ascoltare Lizst, guardare un Edoardo Fialetti o respirare il profumo di un Amarone che ha respirato sei minuti nel calice non coinvolge il portafogli e la razionalità, ma il sesto senso quello che, fregandosene degli atri cinque, avvicina più di ogni altro a Dio.

Sabato 20 maggio alla Meeting Art nell’asta 826 c’è questo Chiari. Ok, ne ha fatti migliaia così giocando di collage, ritagli, colla, spartiti e macchie di colore. Ma concediamogli doiaverlo fatto ispirato dalla sua follia Fluxus, ovvero lasciando che il sesto senso guidasse la mano, fondendo il movimento al suono che gli arrivava all’orecchio. Se si crede a questo, il valore di questo lotto tende all’infinito.

Ed ecco cosa ascoltava Chiari quando creava questo mondo…

 

1 pensiero su “Sonata per occhi e orchestra

  1. Bella,sciolta e musicale … vera opera di” musica visiva”, come amava considerarle Giuseppe Chiari . Attenzione , però, quando la ” musica” cambierà, nei confronti di questo formidabile artista , musicista e performer fiorentino ; di fama internazionale ma con un mercato italiano , quasi ridicolo…! Potrebbe essere troppo tardi , correre ai ripari…!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...