S-cane-vino

012017010570
438 EMILIO SCANAVINO Genova 28/02/1922 – Milano 29/11/1986 Senza titolo (Cane), 1946 olio su tela 58,5×49,5 cm, firma in basso a destra, anno al retro. Bibliografia: -“Scanavino, Catalogo Generale”, volume primo, a cura di Giorgina Graglia Scanavino e Carlo Pirovano, Edizioni Electa (MI), pagina 33, repertorio 1946 3. -Crema, 1992, al n° 6. base d’asta: 3.000 € stima: 6.000/7.000 €

——–

Al di là del titolo di questo post (il gioco di parole a volte mi sovrasta e mi attrae su versanti contenutistici pericolosi) la riflessione che vorrei fare su questo quadro, in asta domenica 28 gennaio alla Meeting art di Vercelli (asta 837), è seria o quasi.

Parte da qui. Emilio Scanavino non è mai stato un pittore astratto. Nè prima nè dopo questo lavoro. La pura astrazione, lo dice la parola, è lo slegare il pacchetto emozional-figurativo dei nostri pensieri nel momento in cui si realizza un’opera definita d’arte che si esalta del proprio raziocinio spinto e oggettivizzante. Precisiamo: nessun puro astratto ce la fa. Ma ci prova. Scanavino, però, non ci ha mai provato perchè non gli interessava fare pittura astratta. Gli interessava trovare il modo di esercitare un’azione autoptica sulle sofferenze, pulsioni, dolori che si portava appresso. Scarnificarsi per rappresentarsi. I grovigli di Scanavino sono nuda carne senza più la pelle. Dovrebbero far paura, far riflettere, far balenare quanto siamo finiti pur nella nostra ambizione d’infinito. E’ come farsi un giro in quelle mostre dove mostrano corpi morti in pose plastiche. Solo che in Scanavino non ci sono pose plastiche. C’è puro dolore.

Ma io non comprerei un suo groviglio (perchè non avrei mai la certezza che in quel momento Scanavino stesse davvero facendo un’autopsia dell’anima e non una copia di una vecchia autopsia). Io comprerei questo cane che cerca la carezza del suo padrone. Comprerei questo quadro perchè sta lì a dimostrare come l’Emilio vivesse tra le figure vive e non tra le astrazioni. E da grande artista ha preso, poi, tanti per il culo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...