L’asta che verrà

012018008128
109 PAUL JENKINS Kansas City 12/07/1923 – New York 09/06/2012 Phenomena two believers, 1980 acquerello su carta 78,7×109,9 cm, firma in basso al centro, firma, titolo, anno, località (St. Croix ed etichetta della Laura Pollak Galleries (San Diego-California) al retro, certificato di autenticità e provenienza della Bonhams (Los Angeles-California) allegato. base d’asta: 8.000 € stima: 14.000/16.000 €

Un’aurora boreale evocata da uno sciamano è il Paul Jenkins che si svela all’incanto dell’asta 848 (l’esordio della nuova stagione) , sabato 8 settembre. Considero Paul Jenkins tra i primi 10 artisti che un collezionista basico d’arte contemporanea dovrebbe contemplare sulle proprie pareti. Perchè Jenkins è un Cr7 dell’espressionismo astratto (vabbè di secondo livello, ma di poco appena sotto all’empireo dove il gesto dell’anima divenuta braccio e mano e muscoli e cuore si fece colore). Ma anche da questa foto si capisce come l’arte a volte sfidi la routine e la vocazione la professione. Può non piacere questo quadro (poi però ci mettiamo da quattro amici al bar e ne discutiamo), ma non può non stupire. Jenkins diceva di essere figlio di un temporale. Nuvole e lampi e bagliori di mondi lontani. Alla Meeting art non potevano ricominciare meglio. L’autunno ci sarà più lieve.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...