848/Poveromo

012018007766
429 ROBERT CARROLL Painesville (U.S.A.) 09/08/1934 – Poveromo (Massa) 05/09/2016 Cerchio magico, 1999 olio su tela 81×100 cm, firma in basso a destra, firma, titolo e tecnica al retro, dichiarazione d’autenticità dell’artista, etichetta e firma della Galleria Giovanni Di Summa (Roma) su foto. Bibliografia: -“Investire in opere d’Arte”, depliant della Galleria Giovanni Di Summa (Roma), tavola 3. base d’asta: 500 € stima: 1.500/2.000 €

Chissà, ci avrà pure riso sopra immaginando di spegnersi, già ormai malato in un grumo di case che si chiamava come il suo destino: Poveromo, frazione di Massa Carrara. Nel 2013 il sindaco di Massa Carrara lo andò a trovare, assecondando chi gli ripeteva come, dalle sue parti, fosse venuto a spiaggiarsi uno spirito libero dell’arte contemporanea.

Il sindaco trovò in quella stanza,  oltre all’artista che aveva frequentato i grandi della beat generation, un uomo malato, molto malato. Viveva da solo, senza soldi:  la moglie morta da tre anni e aveva pure perso una gamba per le conseguenze del male che alla fine gli spense il respiro. Insomma, il sindaco di Massa Carrara,  incontrò  l’origine del nome di quella piccola frazione: un pover’uomo. Come lo saremo tutti, prima o poi.

In asta a settembre alla Meeting Art un bel dipinto di questo  pover’uomo.  (ps morto senza un soldo nonostante quest’opera in asta  sia stata indicata in un manuale dell’investimento in arte…).

E per chi non si ferma qui , una poesia di Lawrence Ferlinghetti che racconta di Carroll e anche di noi.

Pietà per la nazione i cui uomini sono pecore
E i cui pastori sono guide cattive
Pietà per la nazione i cui leader sono bugiardi
I cui saggi sono messi a tacere
E i cui fanatici infestano le onde radio
Pietà per la nazione che non alza la propria voce
Tranne che per lodare i conquistatori
e acclamare i violenti come eroi
E che aspira a comandare il mondo
Con la forza e la tortura
Pietà per la nazione che non conosce
Nessun’altra lingua se non la propria
Nessun’altra cultura se non la propria
Pietà per la nazione il cui fiato è denaro
E che dorme il sonno di quelli
con la pancia troppo piena
Pietà per la nazione Oh pietà per gli uomini
Che permettono che i propri diritti vengano erosi
e le proprie libertà spazzate via
Patria mia, lacrime di te
Dolce terra di libertà!

 

 

 

 

E

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...