Archivio mensile:gennaio 2019

857/ Galvano

012018013708
47 ALBINO GALVANO [Torino 16/12/1907 – Torino 1991] Senza titolo, 1954 acrilici su masonite 67,3×40 cm, firma e anno in basso a destra, etichetta dell’esposizione presso la Galleria Civica di Arte Moderna, Saint-Vincent, mostra Maestri storici e contemporanei al retro. base d’asta: 1.000 € stima: 2.000/3.000 €

————–
Insegnava filosofia e creava forme colore. Fu tra i maestri del Movimento arte concreta (Soldati, Dorfles, Munari): gente tosta che cercava un senso compiuto anche nell’astrazione. Le forme i colori chiamati alla lotta, all’impegno della comunicazione. Gente di cui si prova una struggente nostalgia.

857/ Giochi D’Angelo

012018012183
11
SERGIO DANGELO [Milano 19/04/1932]
Nove di quadri, (anni ’60)
tecnica mista e collage su tavola 17×24,5 cm, firma in basso al centro, firma e titolo su etichetta al retro.
base d’asta: 500 €
stima: 1.500/2.000 €
—–
Un gioco, uno dei tanti (c’è chi dice troppi…). Sergio D’Angelo non si scompone. E nell’asta marzolina di Meeting Art (di sabato che sarà il 2) gioca un nove di quadri. anni 60, fuori dall’era nucleare condivisa con Baj, dentro un percorso alternativo e un po’ egocentrico. Ma D’Angelo diverte. A volte non devi chiedere altro all’arte.

857/Ombre cinesi

012018008639
1 KAN HO [Nanchino (Cina) 20/06/1932] Senza titolo, 1962 tecnica mista su carta 26×36 cm, firma, anno e monogramma dell’artista in basso a destra, etichetta Arte Centro al retro, presenta delle rotture alla carta in alto a destra. senza riserva stima: 1.000/2.000 €

————–

Ho Kan. I suoi esordi artistici sono ombre, calligrafie di segni, incroci ancestrali di visioni oniriche e mitiche. Poi diverrà un’astrattista che non crea astrazioni, ma forme di quei sogni. Ombre. l’asta 857 che partirà a marzo inizia così, con un’ombra d’oriente (anche se l’artista si è nutrito d’arte in Italia).