Il ruggito dei vecchi

012018012758
RENATO GUTTUSO [Bagheria (PA) 02/01/1912 – Roma 17/01/1987]
Uovo e drappo bianco, 1981acrilico su cartoncino incollato su tela 70×104 cm, firma e anno in basso a destra, etichette della Galleria Marescalchi, di Acquavella Galleries (New York), della mostra Provincia di Cagliari “Guttuso a Cagliari”, della mostra Amministrazione Provinciale Palermo “Guttuso e la Sicilia”, del Centro di Cultura Palazzo Grassi Venezia e della Mostra Comune di Busto Arsizio al retro, opera registrata presso l’Archivio Renato Guttuso (Roma) a cura di Fabio Carapezza Guttuso come da dichiarazione su foto.Esposizioni:-“Guttuso opere dal 1931 al 1981”, Palazzo Grassi, Venezia, 3 Aprile – 20 Giugno 1982, rip. in cat. pag. 227 al n° 143.
-Fiac 82, Paris, Gran Palais, 22 Ottobre – 1 Novembre 1982.-Acquavella Galleries, New York, 14 Aprile – 14 Maggio 1983, rip. a colori al n° 24.Bibliografia:-C. Brandi, “Corriere della Sera Illustrato”, Milano, 7 Novembre 1981 (citato).-“Catalogo Ragionato Generale dei Dipinti di Renato Guttuso”, volume 3, a cura di Enrico Crispolti, Giorgio Mondadori & Associati, pagina 314 .
012018012607

GINO SEVERINI [Cortona (AR) 07/04/1883 – Parigi (Francia) 26/02/1966]Lo spazio aereo unisce tutti i popoli, (1958-59)tempera su cartoncino 63,5×78 cm, firma in basso a destra, dichiarazione d’autenticità a cura di Gina Severini Franchina su foto che cita:”E’ uno dei pezzi preparatori per un pannello di più grandi dimensioni destinato alla società aerea KLM, sede di Roma”

Meeting Art, Vercelli. Cronache d’asta, 20 gennaio. Il Gino Severini , un post futurismo surreal-mosednista, anticipatore di tante evoluzioni pittoriche future sul fronte figurativo e astratto ha toccato quota 204mila euro (partiva a gentile richiesta). Il Renato Guttuso del 1981 che è davvero come il colpo di coda di un leone invecchiato della pittura capace ancora di stupire (si veda il drappeggio e l’uovo degni di un Ambrogio Figino che inventò la natura morta a fine Cinquecento) partiva con bassi profili (8mila euro sono tanti soldi, ma spiccioli nel mercato dell’arte)  ma ha triplicato la base.

Morale? Torna la pittura gente o forse non se ne è mai andata…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...