Archivio mensile:febbraio 2019

857/New York (?)

012018014465

110
LUCA PIGNATELLI [Milano 22/06/1962]
New York, 2003
tecnica mista su carta intelata 31×43 cm, firma, titolo, anno, timbro di Italian Factory ed etichetta di Generous Miracles Gallery (New York) al retro, dichiarazione d’autenticità dell’artista su foto.
Esposizioni:
-Luca Pignatelli, Placet and Memories, Generous Miracles Gallery, New York.
base d’asta: 1.000 €
stima: 2.000/3.000 €

—-
Ho un dubbio sul titolo, ma lo straniamento tra luoghi e parole è comunque un’idea d’arte.

857/New York

012018014467
102 MARCO PETRUS [Rimini 30/05/1960] New York, 2003 acquerello su carta 21×29,7 cm, firma e anno in basso a destra, dichiarazione d’autenticità dell’artista e timbro di D.L. Arte (MI) su foto. senza riserva stima: 1.000/2.000 €

Come un paesaggio Mac di Atanasio Soldati senza l’attrazione geometrica. Come un paesaggio di un giovane Guidi o di Donghi senza l’attrazione magica. come volete voi, ma non è un brutto vedere…

857/Tancredi

012018012489
100
TANCREDI [Feltre (BL) 25/09/1927 – Roma 27/09/1964]
Senza titolo, 1956/1957
olio su tela 59×79 cm, firma al retro, certificato d’autenticità della Commissione Peritale dell’Associazione Nazionale Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea del 2012 a firma Massimo Di Carlo, dichiarazione della Commissione Peritale dell’Associazione Nazionale Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea, per la ricerca iconografica e attribuzione della datazione dell’opera (1956-57) a firma Annamaria Gambuzzi allegati, opera registrata presso l’Archivio Storico Artisti Veneti come da dichiarazione su foto, dichiarazione d’autenticità ed archivio dell’Associazione Nazionale Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea a firma Massimo Di Carlo su foto.
Provenienza:
– Collezione privata Aldo Seno, Venezia (acquistato direttamente dall’artista)..- Collezzione privata Signora Maria Taboga Seno, Milano;
– Galleria Seno, Milano.
base d’asta: 90.000 €

857/Un Dova da sballo

012019000972
79
GIANNI DOVA [Roma 08/01/1925 – Pisa 14/10/1991]
Paesaggio, 1983/84
olio su tela 90×70 cm, firma e titolo poco leggibili in basso al centro, opera registrata presso l’Archivio e Catalogo Ragionato delle Opere di Gianni Dova come da dichiarazione a cura di Maurizia Dova e del Prof. Enrico Crispolti su foto.
base d’asta: 4.000 €
stima: 8.000/9.000 €
I cieli e le terre di Normandia: i colori forti, netti di un paesaggio che profuma di ricordi sereni. Lo sballo di Gianni Dova si manifesta sul finire della sua vita. Ma che sia chiaro da subito: il finire di una vita è un concetto post-datato, un pregiudizio affinato da chi non crede che la vita meriti il massimo dei voti in ogni istante  se quell’istante è da massimo dei voti, 8 anni o 80 anni che abbiamo sul groppone.  Questo è il miglior Dova possibile. E sarei un fesso, un disilluso, un razionalista senza esserlo se non provassi ad aggiudicarmelo (non ditelo però a mia moglie che conosce il mio gusto deviato per l’arte).

857/Villeglè

 

012019000813
77 JACQUES VILLEGLÉ [Quimper (Francia) 1926] Le duel, 1986 décollage su cartone 81×63 cm, opera non firmata, titolo e anno al retro, dichiarazione d’autenticità dell’artista su foto. base d’asta: 8.000 € stima: 14.000/16.000 €

—————
Chissà se un giorno qualcuno strapperà le immagini lasciate sui social per creare collage com questo? Nel dubbio preferisco comunque Villeglè. E scelgo i muri.