Un lotto magnetico

47483-P_1442-2

…come il ritratto (ma che ritratto)di Irma Gramatica, realizzato a pastello (ma che pastello) dal toscano Giorgio Kienerk agli inizi del Novecento in piena tempesta simbolista-dannunziana. Nessun Istagram vale questo volto d’attrice immensa, misteriosa, brava, seduttiva. L’opera è altamente magnetica, attrae lo sguardo e i pensieri di chi la osserva.

Come, credo, questo lavoro che va in asta domenica 10 marzo alla Meeting Art. Giustamente a Vercelli hanno deciso di mettere il lotto tra quelli di natura figurativa. Hanno fatto bene, se l’hanno fatto consapevolmente (e se non l’hanno fatto è stata una felice intuizione del Caos). L’astrazione è un pensiero e il pensiero può creare forme o figure, dove sta la differenza? A quel punto immergere lo sguardo negli occhi della Irma o nella terracotta policroma di un gigantesco scultore può provocare la stessa attrazione emozionale. In entrambi i casi a realizzare l’oggetto d’arte ci sono Artisti e non saltimbanchi della pittura/scultura.

012019000818
388 LUIGI MAINOLFI [Rotondi (AV) 16/02/1948] Senza titolo, 2010 scultura da parete in terracotta policroma applicata su legno 77x75x4 cm, firma e anno al retro, dichiarazione d’autenticità dell’artista su foto, opera priva di cornice. * LOTTO FRAGILE * (vedere note alla pagina di presentazione dell’asta sul catalogo o sul sito) base d’asta: 8.000 € stima: 14.000/16.000 €

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...