Chi salva il Mondo?

Del Salvator Mundi attribuito a Leonardo , aggiudicato all’asta nel 2017 per 450 milioni di euro e destinato al Louvre di Abu Dhabi, si sarebbero perse le tracce

Particolare magnetico del Salvator Mundi attribuito a Leonardo da Vinci

Non entro nel merito del dibattito su chi ha fatto l’opera, osservo modestamente che tanti bravi allievi leonardeschi (come ebbi modo di capire visitando una spettacolare mostra di qualche anno fa a Pavia poi esportata all’Ermitage) erano perfettamente in grado di imitare, a modo loro, il maestro provando il brivido di essere magari scambiati per lui: da Francesco Melzi, al Salai, da De Predis a Bernardino Luini, da Andrea Solario al Giampietrino…

Lo sguardo magnetico del Cristo sembra persino troppo magnetico, troppo Gioconda, troppo San Giovannino. Se lo ha dipinto Leonardo ha perso il controllo del regolatore delle intensità emotive nel realizzare lo sguardo del ritratto. Se lo ha dipinto un suo allievo ha provato a superarlo. Ma non è dello sguardo del Cristo leonardesco (di Leonardo o di chi per lui) che tratta questo post. Questo post tratta di scampi.

Quelli serviti dall’asta 861 della Meeting Art di Vercelli mercoledì primo Maggio. Li ha realizzati l’Orfeo Tamburi che dipingeva di solito i tetti e le case di Parigi con tocco lieve di poesia a colori. Il suo pennello viaggia veloce nel raccontare il vero che lo circonda. E il suo vero sono dettagli: mattoni, tegole, vetrine che diventano astratti dalla loro quotidianità. E fa lo stesso con questi scampi. Mica facile ricostruire la sembianza del crostaceo, così gustoso quanto intricato nella forma del suo esistere. Ma l’Orfeo ce la fa. Guarda la cosa, la fa sua e la trasforma in poesia disegnata. Come un respiro sereno. Niente magnetismi, niente aggiudicazioni stellari. Niente musei. Solo un verso di poesia a colori che puoi sfiorare con uno sguardo qualunque, come il mio e il tuo. Chi alla fine salva il Mondo?


374
ORFEO TAMBURI [Jesi (AN) 28/05/1910 – Parigi (Francia) 15/06/1994]
Senza titolo, 1958tecnica mista su carta 24×30 cm, firma e anno in basso a sinistra, opera registrata presso l’Archivio Orfeo Tamburi a cura della Galleria Gioacchini (AN) come da dichiarazione su foto. senza riservastima: 1.000/2.000 €

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...