Asta museum (2)

Asta 862. 4 maggio.


86

GIOVANNI BATTISTA TROTTI DETTO IL MALOSSO [ 1555 – 1619]
Efesto crea Pandora su ordine di Giove alla presenza degli dei dell’Olimpo, 1580
Olio su prima tela, 76×80 cm; reca iscrizione “CAVAGLIERO.GIOAN.BATISTA.MALOSSO.PITTORE.CELEBRE.CREMONESSE.1580” al retro.Il quadro raffigura un tema trattato assai raramente in arte e legato al poema di Esiodo “Le opere e i giorni”.Zeus desiderava vendicarsi contro Prometeo per il furto del fuoco donato agli uomini come principio della conoscenza; decise allora di castigarli con un dono malvagio. Ordinò ad Efesto di modellare la prima fanciulla, Pandora, traendola dal fango. A lei tutte le divinità dell’Olimpo donarono ogni sorta di pregi e virtù; da qui il nome: Pandora, tutta un dono. Dal maligno Mercurio, però, le fu donata anche la curiosità, che la spinse ad aprire lo scrigno (il vaso di Pandora) che le aveva donato Giove, e dal quale scaturirono poi sulla Terra tutti i mali da cui venne afflitto il genere umano.
Nella tela si vede Pandora, parte già viva e parte ancora di creta, con in primo piano il vaso dei mali e gli dei tutt’intorno che le offrono doni.
La bella e importante tela, come dichiara anche la scritta antica sul retro, è opera di Giovanni Battista Trotti detto il Malosso, uno dei più significativi pittori manieristi cremonesi. L’artista sviluppò una intensissima attività e la sua importanza nel panorama della pittura padana fra secondo Cinquecento e primo Seicento va oggi delineandosi a mano a mano che gli studi sull’artista procedono. Lo stesso Giovanni Battista Marino ne fece le lodi nella sua celebre “Galleria”. Il Malosso aveva una bottega molto vasta e fu pittore, disegnatore e incisore in grande stima presso i suoi contemporanei. Fra le sue caratteristiche, l’uso di una tavolozza che, come in questa rara e preziosa tela, appare di particolare brillantezza ed efficacia. Il pittore appare ispirato nella scena, di gusto classicheggiante e con riferimenti a bassorilievi antichi, alla pittura e all’architettura mantovana rinascimentale.
L’opera è inedita ed è auspicabile che possa essere oggetto di ulteriori studi.
base d’asta: 9.000 €

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...