Archivi tag: Fierens

Una mostra da vedere…insisto

Giorgio Garbi - mostra al broletto con giosu

Prosegue a Pavia la mostra sulla visual Poetry al castello visconteo con “depandance” ricchissima nel palazzo del Broletto nella centralissima piazza Vittoria. Un po’ arduo accorgersi che c’è, il comune di Pavia non ha certo  esagerato nel pubblicizzare un evento storico (a detta di molti). Ma, come ricordavo in un post precedente, siamo  testimoni di un evento che forse segna un punto di confine tra ciò che si sa e ciò che si saprà di un universo d’artisti e del loro Dna (i futuristi, Marinetti, l’avanguardia russa, Kossuth e Cattelan, Fluxus e la mail art). Per chi non c’è e ci sia…

nella foto un’opera di Luc Fierens

Poesia visiva, la lotta continua

luc1frontsulla stradafierens

Bello. Sapere che l’arte insegue l’arte. Comunica e se ne frega del tempo e dello spazio. Premessa per raccontare di come questo piccolo blog possa stimolare anche cose così… Un messaggio dal Belgio, di due giorni fa: “Grazie per l’informazione, sono poeta visivo Belga”.  E’ il breve commento allegato a un  vecchio post del marzo scorso: “Belli stranieri”. Tra i lotti in asta ce ne erano alcuni riguardanti importanti nomi della Poesia Visiva.  Poco valutati, ma molto, molto molto importanti per la storia dell’arte contemporanea. Bene, Luc Fierens è uno di loro. Fluxus terzo millennio. Classe 1961, importanti mostre, ma soprattutto  la voglia di assemblare immagini e frasi per poi, magare, spedirle in giro per il mondo (Mail art). E questo Luc lo faceva prima dei tempi di Facebook e Twitter, perchè Fierens, come ogni poeta visivo, sa benissimo che la comunicazione dell’idea è il vero oggetto-soggetto  che si fa anche strumento. Non lo è il pc o il tablet o lo smtphone. E’ l’uomo e l’artista che crea idee e vuole comunicarle in forma diretta o sublimata. Non la macchina.  Ecco perchè è bello sapere che la lotta continua. Per capirlo di più:

http://lucfierens.tumblr.com/