Archivi tag: Marilyn

La magnifica preda

la-magnifica-preda-3[1]500x400[1]

Ultime due tornate d’asta: dal week end del 9 e 10 marzo è uscito  il top lot del catalogo 754 Meeting art (salvo improbabili sorpassi).   E’ il lotto 640 : Marilyn Monroe, 1967 color screenprint su carta cm. 91,4×91,4; edizione numero 96/250, firma, tiratura e certificato della Andy Warhol Art Autentication Board (New York) al retro, editore Factory Additions (New York), stampatore Aetna Silkscreen Products (New York), certificato della Andy Warhol Art Autentication Board (New York) allegato, pubblicato su “Andy Warhol Prints, A catalogue raisonné 1962-1987”, a cura di Frayda Feldman e Jorg Schellmann, Fourth Etition, al numero II.23, pagina 68.

E’ una delle geniali serigrafie di quel furbone di Andy Warhol che prendeva i miti del cinema, del sesso, del cibo e del frigorifero e li riproduceva n-volte con n-colori diversi. Poteva scamparla la Monroe (in alto a sinistra nel film di Otto Preminger, la Magnifica preda)? Certo che no. Il mito dei miti.  Mi chiedo: ma se domenica 10 in asta alla Meeting ci fosse stato il ritratto multiplo  di Mao (altro mito usato dalla factory di Andy ) avrebbe raddoppiato la base d’asta? Perchè il lotto 640 partiva a 25 mila , ne ha fatto 51 mila. Lasciando al palo gente come Tozzi e Severini. Belle cose d’altri tempi. Poi è arrivato Warhol e il mondo dell’arte non è stato più lo stesso. Anche nel terzo millennio.

ps. Sempre nella stessa asta un Frozen di Omar Ronda sempre  con la Marilyn ha fatto 1.100 euro (partiva a mille). Il mito tira ( o prova a farlo)…