Archivi tag: Morale

Gloria per Carmen

012015004086Asta 793

Lotto 28 CARMEN GLORIA MORALES Santiago del Cile 28/06/1942

Immagine Opera Dittico M-80-10-2, 1980
dittico tecnica mista su 2 tele cm. 140×70 cadauna, totale cm. 140x140x4,5

————-

L’aniconica Carmen. Carmen Gloria Morales, cilena di nascita, italianissima di formazione artistica anche se con dense escursioni a Londra e New York. Il gioco dei contrappunti evidente nei suoi dittici, del dialogo tra tela grezza e tela dipinta sono la cifra stilistica soprattutto dei suoi lavori anni Settanta. Dittici: una tela, di sinistra, dipinta e una, di destra, ancora grezza. E’ proprio la loro collocazione che induce, se seguiamo l’ordine di lettura – da sinistra a destra – a pensare ad un’operazione prima di costruzione e poi di distruzione dell’opera stessa. La chiave di lettura che dunque ci offre l’opera della Morales, ci porta a pensare che esiste una tensione tra il finito e l’indefinito, tra il pieno ed il vuoto, tra il dipinto ed il non-dipinto, tra l’atto e la potenza. La tela grezza non è dunque pittura, ma lo può diventare in quanto non si pone come alternativa al quadro finito, ma è dentro al procedere della pittura stessa, e tende perciò a rappresentare concettualmente lo svuotamento dell’energia del dipingere, per riproporsi poi alla fine come nuova pittura in potenza. La lettura che viene proposta al fruitore è in sintesi una lettura dinamica, sempre pronta a proporsi e riproporsi nel ciclo continuo ed ininterrotto del dipingere.

In un momento di forte ripresa d’interessere per i cosidetti analitici (ad avviare le danze è stato Griffa, poi Pinelli; stanno arrivando Cotani, Enzo Cacciola e Olivieri…ma attenti a Zappettini e Gottardo Ortelli, quest’ultimo il più basso di valore commerciale), la Morales può ricoprire una propria autorevole nicchia d’interesse per il tipo di lavoro svolto.